Cerca nel blog:

Visualizzazione post con etichetta personal trainer. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta personal trainer. Mostra tutti i post

Vuoi tornare in forma? Hai il piano operativo?

tornare-in-forma-piano-operativo

Tornare in forma è sicuramente l’obiettivo a cui la stragrande maggioranza dei frequentatori di palestre ambisce.

Così come ambisce anche chi si rivolge ad un personal trainer.

In entrambi i casi, andare in palestra od ingaggiare un PT, è sola una delle cose da fare per tornare in forma!

Già, hai letto bene! Non basta allenarsi per tornare in forma. Hai bisogno di un piano operativo ben più ampio!

Da quando mi dedico al life e sport coaching ho potuto constatare quanto sia importante mettere nero su bianco un piano operativo per raggiungere gli obiettivi! Il piano d’azione è l’azione primaria che fa la differenza tra raggiungere o meno quello che desideriamo!

Applicando le conoscenze di PNL e di mental coaching al fitness ed al dimagrimento con i diversi clienti che mi hanno chiesto di aiutarli a tornare in forma, ancor prima di passare all’allenamento vero e proprio, investo almeno un paio di sessioni nell’elaborare insieme al cliente il piano operativo che lo porterà alla forma fisica desiderata.

Perché è fondamentale un piano operativo a 360°?
Nello specifico, il ritorno ad una buona forma fisica, come già anticipato, l’esercizio fisico è solo uno dei componenti necessari. Bisogna necessariamente programmare anche tutti gli altri interventi come alimentazione, stile di vita e atteggiamento mentale.

Allenarsi a corpo libero, il gran ritorno “ufficiale”!

allenamento-corpo-liberoPochi giorni fa ho pubblicato sulla pagina facebook ufficiale del blog i trends 2013 sul fitness, stilati ogni anno dall’ACSM, ed, a gran sorpresa, nella top ten, precisamente al terzo posto, troviamo l’allenamento a corpo libero sfruttando il perso del proprio corpo.

A dir la verità la sorpresa è solamente per il riconoscimento ufficiale, in quanto tutti gli addetti del settore seri, che vogliono dare risultati e soddisfazioni ai propri clienti, usano e fanno usare da sempre gli esercizi a corpo libero!

Ritorno alle basi!

Ovviamente non parliamo solamente di piegamenti sulle braccia o trazioni alla sbarra, allenarsi a corpo libero sfruttando il proprio peso corporeo significa anche:

Perché funzionano?

Come più volte ho pubblicato sul blog, allenarsi a corpo libero permette di effettuare allenamenti che coinvolgono in modo funzionale tutta la muscolatura interessata!

Vorrei solo tonificarmi un po', ma non voglio i muscoli!

vorrei-solo-tonificarmi-no-muscoli

Sicuramente chi mi legge tra i colleghi avrà accennato un bel sorriso! Quante volte si sente la seguente frase: "Vorrei solo tonificarmi un po', ma non voglio i muscoli!", nelle palestre di tutto il mondo? Decisamente troppe!

Quello che accade è più o meno questo:

- Cliente donna: "Ciao, mi alleno da quasi 3 anni e purtroppo non vedo risultati"

- Trainer: "Che cosa hai fatto in questi 3 anni in palestra? Se ricordo bene vieni in palestra 1 volta a settimana e fai Zumba e, se non erro, la lezione non la finisci nemmeno!"

- Cliente donna: "In verità non tutte le settimane! Sai ho sempre impegni! Comunque quando vengo mi impegno almeno 40 minuti. Ho una famiglia da mandare avanti, mica sto senza fare nulla tutta la giornata?"

- Trainer: "Se è questo il tuo impegno in palestra, è chiaro il perché non ottieni risultati!

- Cliente donna: "Sai, io non sono una fissata! Vorrei solo un fisico più magro e tonico! Non pretendo di avere i muscoli come quelle che fanno le gare. Anzi, quelle mi fanno schifo!"

Il personal trainer non è un lusso!

personal-trainer-non-è-lusso

Eh si! Il personal trainer non è affatto un lusso! Lo testimoniano le decine di clienti che ho avuto negli ultimi anni e che non necessariamente appartengono sempre al ceto medio-alto!

Anzi, ho avuto la fortuna di allenare diverse persone con uno stipendio “normale” ed alcune addirittura con un lavoro precario.

Come è possibile? Facile, tutta questione di priorità!

Ho più volte fatto dei sondaggi, non solo tra i miei clienti, per capire in modo preciso come una persona si organizza per spendere una cifra che varia, a seconda del professionista e della città di appartenenza, tra i 200 ed i 600 euro mensili, e bene, quelli che guadagnano cifre modeste hanno rimodulato le loro spese mensili per farsi comunque seguire da un personal trainer.

Come acquistare il Flowin, il friction training!

come-acquistare-comprare-flowin

Sono orgoglioso di presentarti Flowin, il nuovo ed entusiasmante modo di allenarsi, a casa o in palestra!

Da non confondere con tutti gli altri prodotti già esistenti su cui si “scivola”, il FLOWIN®  è esattamente l’opposto! Friction Training™ infatti  significa letteralmente “allenamento in attrito”. Ed è proprio grazie all’attrito che si sviluppa tra la speciale plate e le relative pads che il corpo lavora in maniera completa e funzionale, coinvolgendo tutti i gruppi muscolari.

Le palestre, i personal trainer e le persone che vogliono allenarsi a casa possono acquistare il Flowin compilando il form alla fine di questo post. Blogpersonaltrainer.com diventa, infatti, ufficialmente un punto di acquisto per il Flowin!

Da personal trainer a personal coach, l’evoluzione

Life's JourneyIn 15 anni di onorato servizio come personal trainer ho avuto modo di allenare e relazionarmi con centinaia di persone.

Se dovessi estrarre  l’elemento più utile, affinché  le persone possano cambiare  seriamente stile di vita, non avrei alcun dubbio ad asserire che sarebbe esclusivamente il giusto atteggiamento mentale verso l’obiettivo desiderato.

L’elemento “testa” mi ha sempre affascinato, sin da piccolo, e avere le conferme tutti i giorni attraverso le persone è stata una gran fortuna.

Presto mi sono accorto che per far raggiungere alle persone i risultati che desideravano, oltre ad impostare l’allenamento personalizzato e dare i principali e doverosi consigli alimentari, bisognava “lavorare” sugli atteggiamenti mentali positivi ed eliminare o ridurre le convinzioni limitanti che fanno sabotare tutti i buoni propositi.

La differenza tra personal trainer e istruttore

differenza-personal-trainer-istruttore-fitness

L’etichetta personal trainer è talmente entrata nel gergo “palestrese” che, ormai, tutte le persone che lavorano in una palestra vengono chiamate personal trainer.

Questo post non vuol essere una difesa estrema dell’etichetta in se, personalmente odio qualsiasi tipo di etichetta, ma, ascoltando un po’ di lamentele in giro e leggendo un po’ di cose sui forum o blog dedicati al fitness, credo che una bella precisazione possa giovare ad entrambe le figure professionali del fitness.

Il personal trainer, nell’unica accezione riconosciuta ufficialmente, è il professionista del fitness che dedica i suoi servizi in modo esclusivo a chi li richiede. E’ un servizio extra, con pagamento extra oltre la quota di abbonamento del centro fitness!

Ed ora tutti a fare corsi di formazione sul fitness!

corso-formazione-fitness

Il panorama italiano dei corsi di formazione sul fitness si arricchisce ogni giorno di nuove proposte, ma non è tutto oro quello che luccica!

Complici i social network, in primis facebook, oggi davvero chiunque propone un qualche tipo di attività fisica ad aspiranti istruttori.

Una volta c’erano le scuole di formazione, riconosciute o meno, oggi c’è il praticone con migliaia di amici su facebook che vende se stesso e le mirabolanti combinazioni di movimenti.

Molti li conosco di persona, alcuni sono dei bravi tecnici, ad altri non affiderei nessuno a cui tengo. Il pericolo è quello di rendere ancora più scarso il livello qualitativo delle proposte motorie.

Il personal trainer a domicilio, qualche riflessione

personal-trainer-a-domicilio

Sono sempre più le persone che richiedono un personal trainer a domicilio. Questo dato emerge da recenti sondaggi e dalle continue richieste che arrivano al mio network di professionisti del fitness wellfit360.

Allenarsi nel proprio domicilio ha sicuramente dei vantaggi, tra cui non doversi spostare, evitare lo stress del parcheggio e incastrare più facilmente l’allenamento nella normale routine giornaliera.

Oggi, poi, con gli attrezzi funzionali come il TRX non c’è neanche bisogno di chissà quale spazio, bastano davvero 2 metri quadri.

Pubblicità su facebook, fitness e personal trainer

pubblicità-facebook-fitness-personal trainer

Facebook è uno strumento potentissimo! Mai come oggi è stato possibile farsi conoscere dagli sconosciuti e pubblicizzare i propri prodotti e/o servizi con tanta facilità.

C’è un problema! Noto con sempre maggiore frequenza degli autentici autogol, realizzati dai personal trainer, dalle palestre, dai centri estetici, insomma da tutto il settore benessere, forma fisica ed estetico.

L’errore più clamoroso? Pubblicare decine di volte al giorno, nelle bacheche personali o peggio ancora in quelli “aziendali”, post che pubblicizzano esclusivamente cosa si vende e quanto costa!  Non se ne può più!

Trovo davvero urticante questo modo di fare, anche perché non porta nulla di buono. Un potenziale cliente non è assolutamente interessato alla lunga lista di servizi o prodotti che siamo in grado di offrire, se prima non ha capito con chi si sta relazionando.

Wellfit360, il network dei personal trainer!

personal-trainer-napoliCon tantissimo orgoglio sono qui a presentarti il progetto wellfit360, un network di professionisti, personal trainer ed operatori del benessere a 360 gradi, che sotto la mia guida sono pronti a raggiungerti dove più ritieni utile!

Questo network opera, inizialmente, nella città di Napoli ed in qualche sua provincia limitrofa, per poi estendersi pian piano a tutta la Campania e magari, un giorno, sull'intero territorio nazionale!

Lo ammetto, questa idea non è nuova, anzi, l'avevo messa in un cassetto aspettando un momento più propizio! Ti sarà sicuramente capitato di vedere il logo Wellfit360 nei miei video, ma solo oggi ho deciso di iniziare questa avventura e ti spiego il perché.

Personal Trainer, il gruppo di esperti su facebook

Professione-personal-trainer

Ormai facebook è una piattaforma ben collaudata per tenersi in contatto ed essere aggiornati su qualsiasi argomento.

Negli ultimi anni ho avuto la possibilità, frequentando vari master di aggiornamento, di conoscere tanti colleghi sparsi in tutta l’Italia. La riflessione a cui sono giunto è che si può imparare molto e si può migliorare il proprio lavoro di professionista del fitness anche, e soprattutto, dallo scambio di idee che avviene incontrando altri colleghi.

Ogni personal trainer fa le sue esperienze nel luogo e nella città in cui opera e questo bagaglio di nozioni, se opportunamente analizzate e scambiate, può contribuire alla miglioria degli altri professionisti.

Con questo intento ho voluto far nascere il gruppo ufficiale su facebook per tutti i personal trainer italiani. Questo gruppo ha lo scopo sia di scambiarsi opinioni su allenamento, alimentazione e stile di vita da proporre ai clienti e sia di scambiarsi opinioni e strategie per migliorare il lavoro di personal trainer.

Chiaramente attraverso il mio blog e la sua pagina ufficiale, a cui ti invito ad iscriverti qui se ancora non l’hai fatto, sono entrato in contatto con tantissimi colleghi, però sono sicuro che ce ne sono tanti altri a cui potrebbe interessare questo progetto. Il gruppo è amministrato e moderato da me, quindi, se sei un collega, ti invito a chiedermi l’iscrizione al gruppo Professione Personal Trainer su facebook qui. Per consentire la buona riuscita del progetto è chiaro che più il gruppo sarà numeroso e maggiori saranno le esperienze da condividere. A tal proposito sei autorizzato a segnale il gruppo a tutti i colleghi che conosci.

Ti ringrazio in anticipo per la collaborazione che vorrai dare alla crescita ed alla riuscita di questo gruppo.

Marco Martone

Personal trainer gratis online! Ma sei sicuro?

personal-trainer-gratis

Analizzando le parole chiavi con cui i visitatori accedono al mio blog, mi imbatto spesso nella keyword “personal trainer gratis”. Questo significa che alcune persone ricercano online un personal trainer, una scheda d’allenamento o dei consigli personalizzati a titolo gratuito.

La riflessione che faccio è ovvia, io faccio questo lavoro e pensare di farlo gratuitamente mi sembra un controsenso.

Come sempre mi interesso di tutto quello che gira intorno alla mia professione e quindi anche capire cosa possano cercare le persone online a gratis. Sinceramente non riesco però a capire davvero il senso di questa ricerca. Se ho bisogno di un professionista, avvocato, commercialista o ingegnere, so che chiedergli una consulenza ha un prezzo. Quest’ultimo, a grande linee, dovrebbe riflettere la bravura, l’esperienza ed il curriculum del professionista che ho contattato.

Il lavoro del personal trainer professionista

lavoro-personal-trainer

Ultimamente ho partecipato, come docente, ad un corso di formazione per personal trainer.

La mia relazione si è basata nel fare una cronistoria su questa figura professionale del fitness, dagli albori ad oggi, e dare ai corsisti tanti spunti operativi e utili consigli da mettere in atto nel momento in cui si inizia a lavorare come personal trainer.

Questi ragazzi mi hanno posto tante domande, e, secondo me, quelle più importanti sono le due seguenti:
“Come si diventa bravi personal trainer?”.
“Come si riesce ad avere un numero di clienti adeguato?” 

Cercherò di riportare le risposte che ho dato ai corsisti, sperando di fare cosa gradita anche ai colleghi, presenti e futuri, che seguono il mio blog!

I servizi fitness nello studio del personal trainer

servizi-studio-personal-trainer

Dopo aver perfezionato il mio percorso di club manager e direttore tecnico presso il Wellness Institute di Technogym, negli ultimi mesi mi sto dedicando anche alla consulenza tecnica per l’apertura e lo start up di nuovi studio di personal training.

Siamo in piena fase del fitness 2.0 e credo che in futuro sempre più imprenditori, legati al mondo del fitness e no, investiranno nell’apertura di questi piccoli centri che, ricordo, richiedono relativamente un basso capitale di investimento, ma che, se ben organizzato, possono creare un ritorno economico non male!

Uno studio personal trainer sapientemente organizzato è chiaramente la chiave del successo dello stesso. Una buona organizzazione passa necessariamente dall’offerta dei servizi per i clienti.

Allo stato attuale delle cose e sempre in ottica di allenamento personalizzato, lo studio erogherà servizi sempre in ottica di allenamenti funzionali.

Le regole comportamentali del cliente del personal trainer

regole-comportamentali-cliente-personal-trainerEbbene si, anche il cliente del personal trainer dovrebbe rispettare alcune regole di base per consentire la miglior sinergia lavorativa col suo PT.

Di norma le regole che vado ad elencare sono tutte dettate dal buon senso, ma è anche vero che spesso, quest’ultimo, non è sempre presente in molti di noi.

Prima di presentarti queste semplici ma necessarie regole comportamentali, è giusto che sappia che le ho scritte non solo sulla base della mia esperienza lavorativa, ma anche quella dei tanti altri colleghi che ho avuto modo di incontrare negli anni nelle diverse occasioni d’incontro professionale.

 

  • Puntualità
    Una lezione di personal training dura mediamente 60’, compreso riscaldamento, defaticamento e stretching! Arrivare tardi ad una lezione significa che il personal trainer deve comunque rivedere la lezione ed eliminare qualcosa che si era prefisso di farti svolgere. A tal proposito, invece, consiglio sempre di anticiparsi di una decina di minuti per cambiarsi negli spogliatoi senza problemi, questo sarà sufficiente per iniziare all’ora prestabilita la lezione.
  • Comunicare un eventuale ritardo alla lezione
    Personalmente è una delle cose che odio di più, quella di non avvisare che non si riesce ad essere puntuali! A tutti noi possono accadere imprevisti, basta solamente avvisare il personal trainer che magari è lì in palestra ad aspettarti. La miglior cosa da fare è telefonare per sincerarsi che il personal trainer sia informato. Un sms, o peggio ancora un messaggio lasciato su facebook, potrebbe non essere letto in tempo reale.

Il futuro del personal trainer? Educatore a 360°

futuro-personal-trainer

Il futuro del personal trainer è la visione che ho di questa figura professionale del fitness, proiettata nei prossimi 5 – 10 anni.

Faccio questo lavoro da più di 10 anni ed in questo lasso di tempo ho potuto constatare gli enormi passi in avanti di questa professione, ora però è tempo di fare qualche previsione futura.

Di norma, nell’immaginario collettivo, un personal trainer allena in modo personalizzato ogni singolo cliente. Quest’ultimo può avere diversi appuntamenti settimanali col suo PT, dove di norma si allenerà per 60 minuti a lezione. Ecco! In quest’ultimo periodo è scritto il limite attuale del personal trainer e chiaramente l’evoluzione necessaria che dovrà necessariamente avvenire nei prossimi anni.

Il personal trainer ha, ed avrà, sempre più il ruolo di “Trasformatore di stile di vita”. Questa nuova definizione avrà delle forti ripercussioni anche sociali ed economiche, vediamo di analizzarle.

Per esperienza lavorativa so che, per dare il miglior servizio possibile ai miei clienti, non mi posso limitare al mero allenamento cadenzato settimanalmente. Un cliente potrebbe allenarsi anche 5 volte a settimane con me, ma non otterrà risultati se non riesco a cambiargli tutta una serie di cattive abitudini che può avere quando non sarò con lui!

Le risorse e gli strumenti del personal trainer

personal-trainer-strumenti-risorse

Il mio blog è ricco di notizie utili anche per gli addetti ai lavori. Ho deciso di racchiudere in questo post tutte le risorse e gli strumenti utili alla professione del personal trainer.

Ti consiglio di salvare tra i preferiti questa pagina perché sarà sempre aggiornata ogni volta che scriverò un post utile al lavoro del personal trainer o comunque alle figure lavorative nell’ambito del fitness.

Attrezzi e strumenti vari per lavorare

Abbigliamento professionale

  • Under Armour
    Il miglior abbigliamento tecnico che ho avuto modo di provare. Personalmente lo uso anche per lavorare, comodo e tecnico. Sia per l’inverno che per l’estate.

Ebook, formazione continua e corsi

Programma di allenamento personalizzato

allenamento-personalizzato-programmaLa mia attività di personal trainer si basa prettamente nel seguire le persone in ogni singolo allenamento. Ultimamente, però, sta avendo un discreto successo la possibilità di farsi preparare un programma di allenamento personalizzato da poter poi svolgere in piena autonomia.

Questa possibilità è nata qualche anno fa quando alcuni clienti, non potendo raggiungermi in palestra per problemi logistici e di tempo, mi hanno chiesto comunque la possibilità di studiare un allenamento personalizzato sulle loro caratteristiche. Questo servizio lo effetto sia a Napoli di persona che in tutta Italia attraverso il mio servizio di personal training online.

Devo ammettere, però, che il successo attuale di questo mio servizio è anche dovuto alla poca professionalità che ancora oggi esiste nei centri fitness. Da un indagine che ho compiuto sui clienti che mi richiedono un programma di allenamento personalizzato è emerso, infatti, che, nelle palestre che frequentano, non hanno trovato  istruttori e/o personal trainer preparati o comunque all’altezza delle loro aspettative.

Ma in cosa consiste un allenamento personalizzato?
Per preparare un programma di allenamento che tenga conto delle singole caratteristiche ho bisogno di parlare col cliente e fare tutta una serie di domande che mi permettono di capire i suoi bisogni conosciuti e non. Infatti il servizio, che sia di persona od a distanza, prevede una “chiacchierata” di 60 minuti. All’interno della stessa ora, se il servizio è espletato nella mia zona di lavoro, ci sarà anche un analisi della composizione corporea in modo tale da aver un parametro oggettivo in più nella preparazione e stesura del programma che andrò a preparare. Chiaramente nel rilevare le misure antropometriche ho la possibilità di osservare per bene le carenze muscolari, di tono e chiaramente le adiposità localizzate.  Questo mi permette di fare una cernita precisa sugli esercizi da inserire nel programma di allenamento che preparerò. La soluzione che invece uso nel mio servizio online è quello di osservare il cliente a distanza tramite webcam e/o foto scattate ad hoc per l’occasione!

Chi sono i clienti di questo servizio?
Come già anticipato sono le persone che materialmente non possono essere seguite in un rapporto 1 a 1. Vuoi per problemi logistici e di tempo, oppure di budget economico. Una programmazione mensile o bimestrale chiaramente ha un costo inferiore rispetto a farsi seguire nei canonici 2 – 3 allenamenti settimanali dal personal trainer. A grandi linee sono persone che hanno già un esperienza media di allenamento in palestra, quindi la sola formulazione del programma di allenamento sarà di facile attuazione anche se si allenano per conto proprio. Ho però previsto la possibilità di aggiungere un numero minimo di  3 lezioni di personal training per risolvere eventuali dubbi sull’esecuzione corretta degli esercizi che vado ad inserire nel programma personalizzato.

I programmi personalizzati che mi sono stati richiesti negli ultimi anni hanno spesso come comune denominatore l’obbiettivo di dimagrire, ma una buona percentuale di persone mi ha anche chiesto programmi per aumentare la massa muscolare. Ci sono poi dei programmi più particolari come la preparazione atletica per uno sport particolare come lo sci od il tennis, oppure come la stesura di un programma di allenamento per rinforzare un particolare gruppo muscolare per risolvere dei problemi più di salute che di prestazione e/o estetici, ad esempio programmi per chi soffre di problematiche al ginocchio, alla spalla o alla schiena.

Concludo questo post ricordando che avere una programmazione di allenamento ad personam, può davvero fare la differenza tra ottenere oppure no risultati dalla frequentazione costante di una palestra. Per esperienza lavorativa so che essere anche solo un riferimento mensile per il cambio di programma fa impegnare maggiormente le persone verso l’allenamento!

Under Armour spedisce direttamente in Italia

Under_Armour_abbigliamento_tecnico_Italia

L’eccellente azienda di abbigliamento tecnico, per l’allenamento in palestra ed i principali sport, Under Armour, da qualche settimana fa spedizioni direttamente in Italia dal suo store online.

 

Una volta entrati nel sito visita qui basterà cambiare la regione di acquisto in alto e scegliere chiaramente l’Italia, in questo modo tutti i prezzi verranno automaticamente convertiti in euro. Questo permette la possibilità di acquistare prodotti che non si trovano di norma nei pochissimi negozi che trattano questo marchio in Italia. Personalmente l’ho scelto come abbigliamento sia per allenarmi e sia per lavorarci come personal trainer.

Ma chi è Under Armour?
Azienda americana pioniera nell'abbigliamento tecnico che nasce nel 1995 da un idea dell’ex giocatore professionista di football americano, Kevin Plank. Ritiratosi dall’attività agonistica volle realizzare una tee-shirt di livello superiore che desse, nello stesso tempo, sostegno alla muscolatura e trasportasse il sudore all’esterno piuttosto che assorbirlo.

Under Armour sviluppa una linea di prodotti in microfibra unica al mondo, per tutti gli sport e tutte le condizioni climatiche, ed è la prima scelta per moltissimi atleti nel mondo. Il suo logo è la garanzia che stai indossando abbigliamento di qualità che ti aiuterà a migliorare le prestazioni sportive.

www.underarmour.com

La collezione si divide in 2 segmenti, Heat Gear® e Cold Gear®.

Heat Gear® utilizza un poliestere in microfibra di ultima generazione, brevettato con il nome “Polyarmour”, leggero e con una tramatura che permette al prodotto di comportarsi come una seconda pelle. E’ adatta a temperature superiori ai 18 gradi e l'atleta che lo indossa avrà modo di provare la sensazione di freschezza e asciutto dimenticando per sempre la fastidiosa e appiccicaticcia sensazione del cotone bagnato di sudore sulla pelle.

Cold Gear®, invece,  va usata a temperature fredde (meno di 18 gradi) ed è studiata per tenere l’atleta asciutto e al caldo. Le fibre di nylon vengono mescolate alla micro-fibra Polyarmour e, non essendo
 il tessuto a strettissimo contatto con la pelle, le piccolissime concavità ripiene d’aria creano un effetto che “tira” la molecola di sudore verso il tessuto esterno.

Sicuro di averti dato una dritta sul tuo prossimo abbigliamento tecnico, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi di questo abbigliamento.